La Lapponia d’inverno: un giro a Rovaniemi.

Rovaniemi, quel paese che pronunciandolo nella mia testa era simpaticamente un po’ Rovigno e un po’ Miami. In realtà si trova nella Lapponia finlandese, a poco più di un’ora di volo a nord di Helsinki ed è il magico paese dove vive Babbo Natale.

Adoro il Natale, sarei una di quelle che terrebbe l’albero tutto l’anno, ovviamente addobbato diversamente in base alle stagioni. Consapevole di questa grande passione, per il mio trentesimo compleanno (tappa importante!), il mio super marito mi ha regalato uno dei viaggi che più sognavo: una settimana in Finlandia.

Mi piacerebbe poter rivedere l’incredulità del mio viso quando ho aperto il regalo: la guida Lonely Planet che aspettava impaziente di essere studiata rapidamente, dato che la partenza era dopo pochi giorni.

E così, mentre tutti erano intenti a smaltire la cena di fine anno, io preparavo il mio trolley, emozionata, incredula e felice. Un bagaglio a mano di abiti pratici e caldi per accompagnarmi tra Helsinki e Rovaniemi: la prima come tappa intermedia per temprarci, mentre la seconda la vera meta del cuore.

Dov’è Rovaniemi?

Rovaniemi è il capoluogo della Lapponia finlandese, ovvero l’area che comprende la parte più settentrionale di Norvegia, Svezia, Finlandia e parte della Russia. Situata sul circolo polare artico, è una cittadina di circa 60.000 abitanti, distrutta durante la Seconda guerra mondiale e interamente ricostruita. Il centro è piuttosto piccolo e moderno, ma basta allontanarsi qualche chilometro per immergersi nella natura incontaminata, splendida sia d’estate che d’inverno.

Come arrivare a Rovaniemi?

Nonostante la posizione, arrivare a Rovaniemi è piuttosto semplice. Dall’estero ci si arriva tramite scalo ad Helsinki, mentre chi si sposta internamente in Finlandia, può arrivarci comodamente in treno o in auto. Se scegliete di muovervi in autonomia noleggiando un’auto, in inverno consiglio vivamente la costante verifica delle condizioni atmosferiche, per evitare spiacevoli sorprese lungo il percorso. Neve e ghiaccio non mancheranno! Nel nostro caso, come avevo scritto all’inizio, siamo arrivati a Rovaniemi dopo aver trascorso qualche giorno a Helsinki ed abbiamo scelto di muoverci in aereo per ottimizzare i tempi.

Dove dormire a Rovaniemi?

Seppur piccolo, il centro di Rovaniemi ospita numerose strutture alberghiere per accogliere i turisti tutto l’anno. I prezzi sono più alti rispetto agli standard italiani, ma prenotando per tempo, si può valutare un’ampia scelta di soluzioni secondo le proprie tasche.

La meraviglia dell’escursione
con gli husky

Cosa fare a Rovaniemi?

Data la sua posizione geografica, a Rovaniemi è possibile vedere il sole di mezzanotte d’estate e l’aurora boreale d’inverno. E’ una città che vive di turismo tutto l’anno. Nel periodo estivo praticamente il sole non tramonta mai, permettendo di trascorrere molte ore all’aria aperta. D’inverno invece le ore di luce son davvero poche, rendendo però l’atmosfera ancora più magica.

Ad inizio gennaio, quando sono stata io, il sole sorgeva verso le 09.30 e tramontava verso le 14.00. In quelle poche ore di luce comunque il sole rimaneva piuttosto basso, regalando bellissimi paesaggi dai colori tenui e delicati.

Il paesaggio tipico della Lapponia finlandese

Nonostante la neve e le poche ore di luce, a Rovaniemi non ci si annoia. Le agenzie locali propongono attività all’aria aperta prenotabili online o direttamente in loco, come le escursioni in motoslitta, le gite con le renne o con gli husky, passeggiate con le racchette o, di notte, un safari a cercare l’aurora boreale (che non è mai garantita e neppure scontata). Nel mio viaggio ero allo scuro di tutto, non sapevo cosa mi aspettava e temevo molto di non avere l’abbigliamento adatto e/o sufficiente alle temperature. Fortunatamente nelle varie attività prenotate per tempo (data l’altissima stagione), le agenzie forniscono le tute e tutto il necessario, pertanto non c’è da preoccuparsi. Ah, forse è scontato ma tutti (e dico TUTTI) parlano inglese.

Il villaggio di Babbo Natale

Sarò sincera: non sapevo cosa aspettarmi. Temevo fosse una sorta di classico parco divertimenti per turisti ma, in realtà, speravo che sotto sotto si celasse almeno un po’ di spirito natalizio, fatto di pura e semplice bellezza.

Felicità!

Il villaggio di Babbo Natale si trova a Napapiiri, in una bellissima casa nel bosco sopra il Circolo Polare Artico. E’ aperto tutti i giorni dell’anno ed è facilmente raggiungibile, in quanto dista circa 8 km dal centro e 2 km dall’ aeroporto. Avendolo visitato durante le vacanze di Natale, il clima festoso e magico era molto naturale. Data la mia passione per il Natale, a me è sembrato davvero un posto quasi irreale, dove poter incontrare elfi e folletti, ma soprattutto Babbo Natale in persona nella sua calda ed accogliente casetta in legno. Non vi nego di aver dovuto attendere pazientemente in una lunga coda, prima di poter incontrare Santa Claus, ma ne è valsa decisamente la pena. Babbo Natale era lì con la sua lunga barba bianca, il suo pancione e le guance rosse come il vestito! E’ stato emozionante a trent’anni…non oso immaginare come lo potrebbe vivere un bambino!

Vi state chiedendo se è a pagamento? Beh, naturalmente sì. Si paga per avere la foto con Babbo Natale, fare un giro con le renne o le altre numerose proposte del villaggio. Ogni attività è a pagamento, ma l’aria di magia che si respira lì, farà mettere da parte ogni dubbio. Non capita tutti i giorni di essere a Rovaniemi! Va detto comunque che l’ingresso al parco è gratuito. Ciò significa che si può tranquillamente entrare nel villaggio, passeggiare, mettersi in coda per Babbo Natale e visitare i negozietti senza dover acquistare un biglietto. Certo è un luogo che vive grazie al turismo, dove non mancano souvenir e attrazioni turistiche…ma la magia della neve, i sorrisi delle persone e l’incredulità dei più piccoli, regalano emozioni difficilmente dimenticabili!

6 comments on La Lapponia d’inverno: un giro a Rovaniemi.

  • AnnaLisa trevaligie-travelblog

    Uno dei miei sogni!!! Che invidia. Aspetto qualche annetto che la bimba cresca un po’ perché non credo che sia facilmente gestibile in un posto del genere. Ma è un esperienza che dobbiamo fare, assolutamente. L’unica cosa che non mi piace è lo sfruttamento degli animali per le escursioni.

  • michelalbertini (author)

    Sicuramente la bambina ne sarebbe felicissima! E per lo sfruttamento degli animali sono d’accordo con te, anche se devo dire che li tengono con cura e gli lasciano i loro tempi di ripresa. Pensavo peggio!

  • Stefania Sabia

    Io sono un’altra di quelle persone che ama alla follia il Natale e ugualmente terrei l’albero tutto l’anno (ammetto che non l’ ho ancora smontato ahah). Perciò penso che avrei esattamente il tuo stesso entusiasmo nel caso avessi mai l’occasione di visitare il Villaggio di babbo natale!

  • Valentina

    Rovaniemi e la Finlandia sono uno dei miei più grandi sogni nel cassetto!! E il tuo articolo mi fa desiderare di partire ancora di più 🙂 Mi hai dato un’ottima impressione su questa città, e vedo che c’è l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda attività, escursioni ed esperienze. Mi piacerebbe molto andar i in inverno!

  • michela (author)

    L’inverno credo sia la stagione per vedere la vera Finlandia…che é talmente bella, grande ed accogliente che ti farà desiderare di tornare d’estate! 🙂

  • Paola

    Bellissimo il tuo racconto per una meta che sogno di fare in futuro, speriamo non troppo in la. Mi commuovono i racconti su Babbo Natale, pensando a tutti quei bambini che credono e sperano che lui legga le loro letterine. Una magia che noi adulti possiamo ritrovare proprio grazie ai viaggi come il tuo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.