California on the road: tour tra Napa e Sonoma nella Wine Valley.

La California è un sogno di molti. Prima del fantastico viaggio alle Hawaii abbiamo scelto di trascorrere qualche giorno in California, girandola on the road, proprio come piace a noi. San Francisco è stato il punto di partenza dell’itinerario e, prima di muoverci verso sud, abbiamo fatto un tour tra Napa e Sonoma Valley, le due zone della California famose per la produzione di ottimi vini. Siete curiosi di sapere di più sulla wine valley americana? Se sì, siete nel posto giusto.

La meraviglia delle colline di Napa e Sonoma coltivate con numerosi vigneti ed olivi.

Tour Napa e Sonoma non solo per i wine lovers!

Innanzitutto, ci tengo a precisare che, nonostante siano aree rinomate a livello mondiale per la produzione vitivinicola, queste dolci colline sapranno conquistare chiunque, astemi inclusi. Si tratta infatti di cittadine pittoresche, con alberghi e residenze eleganti, circondate da aree verdi dai colori brillanti che cambiano a seconda della stagione.

Tanto caldo quanta felicità!

Ero molto curiosa di vedere come sarebbe stato il paesaggio e naturalmente non sono stata delusa. Siamo partiti da San Francisco con la nostra macchina a noleggio, provando l’ebbrezza di guidare nuovamente in America ma, soprattutto, attraversare il Golden Gate! Ricordo l’entusiasmo e l’emozione di quella mattina, con il braccio fuori dal finestrino per tenere la Go-Pro mentre riprendevo quei momenti indimenticabili! Napa e Sonoma, le due città da cui le aree prendono il nome, si trovano a breve distanza da San Francisco, poco più di un’ora in macchina. E’ incredibile come basti allontanarsi qualche miglio dalla città per assistere al costante cambiamento del panorama. Dai grattacieli a zone residenziali, ad immense praterie, fino ad arrivare ai miei tanto adorati vigneti. Queste zone sono America e un po’ Toscana, anche un po’ la mia Vicenza per gli edifici ricostruiti in stile palladiano, ma alla fine è pur sempre America.

Le città di Napa e Sonoma

La prima tappa è stata a Napa, il cuore della Wine Valley, una città un tempo trascurata e decadente ed oggi rinata anche grazie al turismo. Dalle mie letture prima del viaggio, mi era parso di capire che Napa fosse una città piena di vita, con numerose passeggiate nei parchi o lungo l’omonimo fiume, moltissimi ristoranti ed iniziative, ma personalmente non l’ho trovata così. La vera sorpresa, per i miei gusti, è stata Sonoma, la sorella gemella ma in versione più genuina. Se Napa è più sofisticata, Sonoma è alla mano ed accoglie con il sorriso. Qui infatti ho sentito fin da subito una maggiore attrazione, una dimensione più umana, calorosa e confortevole.

Le attività imperdibili

Naturalmente il vino è il grande protagonista di queste zone e nel tempo è stata costruita un’ottima offerta turistica ad esso collegata. Il Silverado Trail, ad esempio, è una strada di campagna tra vecchie querce, cantine e vigneti pregiati, perfetta per un itinerario panoramico in macchina, ma anche in bici, per chi ne ha la possibilità. Il vero problema qui, come in molte altre zone della California, è il dove fermarsi. La strada invita a proseguire il viaggio alla scoperta delle attrazioni lungo il percorso, ma il desiderio di fermarsi di continuo è sempre molto forte.

Chi non vorrebbe visitare la California a bordo di un treno vintage? A Napa è possibile fare dei tour tra i vigneti a bordo di questo magnifico mezzo.

Altra esperienza altamente consigliata è il Wine Train. Si tratta di un vero “treno del vino” che a seconda della durata del tour scelto, accompagna gli ospiti alla scoperta di questa bellissima zona della California a bordo di carrozze di prima classe che un tempo erano solite attraversare lo Stato ed oggi si ripropongono rimodernate pur mantenendo un tocco elegante.

Gli appassionati di enogastronomia qui hanno l’imbarazzo della scelta sulle cantine da visitare. Tra Napa e Sonoma si contano oltre 1000 aziende vinicole che propongono visite e degustazioni, oltre a spazi per eventi e tour organizzati. Il vitigno protagonista della California è lo Zinfandel, considerato il vitigno autoctono californiano, nonostante sia parente stretto del nostro Primitivo di Manduria. Non vanno tralasciati nemmeno Chardonnay e Cabernet Sauvignon, che sono i più diffusi nella zona, ma anche Sauvignon Blanc, Riesling, Merlot e Pinot Noir.

Questo post vi ha trasmesso un’incredibile voglia di partire? Mentre ci pensate, mettetevi comodi e guardate il film “Napa Valley – La grande annata”, un film del 2008 ambientato proprio in queste zone.

9 comments on California on the road: tour tra Napa e Sonoma nella Wine Valley.

  • Elisabetta

    Meraviglioso itinerario!
    Il Wine Train deve essere stupendo. Sono molto affascinata dai treni antichi e credo sarebbe un’esperienza pazzesca.
    Me lo segno per prossimi viaggi negli States (sperando si possano riprendere presto).

  • beatrice

    Dopo aver tanto sentito parlare di questa zona in film e telefim finalmente vedo qualche foto. Devo dire che sembra un territorio meraviglioso! Non mi spiacerebbe soggiornare in una di queste tenute per far un week-end di degustazioni.

  • Valentina

    Coronavirus permettendo, il prossimo anno abbiamo in programma un viaggio sulla West Coast per festeggiare i miei 30 anni e il nostro decimo anniversario. La California è sicuramente nell’itinerario, cerco di farci rientrare anche una giornata nella wine valley perché mi sembra che meriti!

  • Claudia

    Interessante il Wine Train! Prima o poi ci voglio tornare anche io in California e questa volta un tour delle vigne è d’obbligo!

  • Francesca

    Sono una di quelle con il sogno della California! Il Wine Train sembra molto affascinante! Mai dire mai…

  • Maddalena

    Si, lo ammetto mi hai fatto venire una gran voglia di partire! Adoro questo tipo di tour tra natura, paesaggi collinari e vino e cibo! Penso sia il connubio perfetto..inoltre amo viaggiare con il treno quindi sicuramente farei anche quello! Spero di poterlo fare un giorno!

  • Alessia

    Sono stata nella Napa Valley qualche anno fa e ho avuto le tue stesse impressioni in fatto di vivacità. A me è sembrata una di quelle cittadine ricche per ricchi anziani che si trovano a Napa per godersi il calduccio estivo, le terme, le strutture eleganti. Mi era però piaciuto il suo aspetto paesaggistico e il mercato. Sonoma non lo abbiamo visto per il poco tempo a disposizione ma tanto, avendo i parenti a San Francisco, capiteremo di nuovo sicuramente.

  • michela (author)

    Parenti a SF?! Che invidia!! 🙂

  • Lucia

    Sono stata in California ma non ho fatto questo tour… a dire la verità, non conoscevo affatto questi posti! Non credevo che qui ci fossero questi interessanti itinerari enogastronomici… bello!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.