Un giro a Tallinn, in Estonia.

Scelgo di dedicare il primo post di quest’anno ad una città che finalmente ho avuto il piacere di conoscere: Tallinn. Non se ne sente parlare molto, risulterà anonima a molti di noi perché non viene considerata tra le principali mete europee, ma io avevo un conto aperto con lei da diversi anni. Dieci per l’esattezza. Doveva essere la città in cui avrei dovuto trascorrere mesi freddi ma spensierati, tra giornate di studio e serate di festa in un clima internazionale. Suona bene eh? Già, Tallinn avrebbe dovuto essere la mia casa per 9 mesi ai tempi dell’università grazie al progetto Erasmus ma, ahimé, ho rinunciato al viaggio poco prima di partire! Ora ci rido su, ma è stato un argomento difficile per un lungo periodo, incastrata tra i tanti che mi ripetevano di aver sbagliato e le mie allora assurde motivazioni che mi avevano indotto a fare la mia scelta.

Detto ciò, vi posso confermare che Tallinn è bellissima, una vera perla a misura d’uomo. Capitale dell’Estonia, è facilmente raggiungibile, sia che si scelga di organizzare un tour nei paesi Baltici, sia che si visiti la vicina Finlandia. Io sono arrivata in traghetto da Helsinki: in due ore di navigazione ed una breve passeggiata si arriva rapidamente nel centro storico. Complice la giornata spettacolare ho avuto subito una bellissima impressione che si è confermata non appena ho iniziato a vedere le mura di cinta ed i tetti a punta. E’ una piccola città antica che, pur avendo superato periodi bui, rimane un centro ricco di storia che ha saputo rimettersi al passo con i tempi, mantenendo al contempo un’atmosfera fiabesca.

Partendo preparata sui principali punti d’interesse, sono tranquillamente riuscita a visitare Tallinn in un giorno. Per chi avrà la possibilità di fermarsi due giorni, sicuramente avrà una visione più completa della città e magari potrà fermarsi ad assaggiare qualche birra in più, dato l’ottimo prezzo! Da buona forchetta mi sento di dirvi subito che non ci sono grandi particolarità sul cibo, ma d’altronde la cucina estone non è così famosa al mondo! L’Estonia non si differenzia molto dagli altri stati dell’Europa centrale, quindi si trovano prevalentemente piatti a base di ottima carne e patate, crauti e ancora patate. Cibo a parte, veniamo ora alle cose importanti.

Cosa vedere a Tallinn?

La città vecchia – ovvero il cuore antico di Tallinn, pieno di casette dai colori pastello che invogliano ad entrare e curiosare gli arredamenti. E’ un piacere passeggiare senza meta tra le stradine acciottolate tanto comunque arrivano tutte nella grande Raekoja Platz, la piazza del municipio. L’edificio centrale, il municipio appunto, è l’unico edificio in stile gotico del nord Europa che oggi ospita sale per cerimonie ed un museo in cui si racconta la storia della città.

Le mura – pur non essendo tutte visitabili, è bello fare una passeggiata qui ed attraversare alcune delle torri esistenti. Il percorso collegherebbe nove torri, ma solo tre sono visitabili. Esternamente sono molto suggestive, mentre internamente piuttosto spoglie ma non sottovalutatele…da qui avrete la possibilità di scattare belle foto sui tetti della città!

L’antica via dei mercanti russi – rimanendo nel centro storico, troverete le vie Vene, una piccola stradina sovrastata da arcate a volta e con edifici del XV secolo ai lati della strada, oggi trasformati in negozi di artigianato, tessuti e laboratori di vetro o di pellame.

La chiesa di San Nicola – a pochi passi dal municipio si trova questa chiesa, distrutta durante la seconda guerra mondiale e successivamente ricostruita. Ora ospita un museo di arte sacra ed un auditorium dall’acustica perfetta dove si tengono numerosi concerti di musica classica.

La collina di Toompea – la leggenda vuole che questa collina sia stata costruita pietra su pietra da una principessa per seppellire il suo eroico condottiero. La realtà vuole invece che questo sia un posto fantastico per una bella vista sui tetti della città vecchia di Tallinn. Una volta arrivati in cima, potrete vedere i resti del castello e la Toomkirk, la chiesa più antica d’Estonia, nata come cattedrale cattolica e diventata poi luterana. Da qui, attraverso una stretta scalinata, potrete salire alla torre del campanile e godervi uno splendido spettacolo.

La cattedrale “Alexander Newsky” – proseguendo la passeggiata tra le stradine acciotolate, arriverete alla collina sulla quale sorge questa splendida cattedrale ortodossa. Con le sue cupole a cipolla di colore nero, domina l’intera città.

Se siete alla ricerca di una capitale europea originale e diversa dalle solite, fateci un pensierino! Facilmente visitabile in un weekend o, se avete più tempo, includetela nel tour con le “sorelle” Riga e Vilnius. Non ve ne pentirete!

5 comments on Un giro a Tallinn, in Estonia.

  • Serena Proietti Colonna

    Ciao,
    sono un po’ di giorni che mi dedico nel leggere informazioni su Tallinn. Una città che non mi è mai passato per la testa di visitare, ma che ultimamente sta attirando molto la mia attenzione. Andrei da sola, dici che è fattibile?

  • michelalbertini (author)

    Ciao Serena,
    certo, Tallinn la puoi tranquillamente visitare in autonomia. E’ una bella città, affascinante e sicura.
    Non é molto grande, quindi se pensavi di visitare solo quella città, un weekend ti basta 🙂
    Se hai altre curiosità, chiedi pure!

  • Veronica

    Le repubbliche Baltiche sono uno dei viaggi che sogno di fare nei prossimi anni, Tallin di sicuro è quella che mi ispira di più! ?
    Dev’essere stato strano visitarla dopo averci rinunciato, ma io credo che ogni decisione che prendiamo sia giusta per noi nel momento in cui la prendiamo, anche se poi a ripensarci non lo sembra ☺

  • michelalbertini (author)

    Sì, sono perfettamente d’accordo con te! A quel tempo mi sembrava fosse la scelta giusta, quindi è andata benissimo così. Quanto a Tallin: merita davvero! 🙂

  • Matilde

    Sono stata a Tallinn qualche anno fa e sono perfettamente d’accordo con te: è una cittadina a misura d’uomo ed una meta originale che offre diverse attrazioni interessanti dal punto di vista storico ed architettonico. I tetti rossi a punta sono indubbiamente uno degli aspetti più affascinanti. Io mi ero fermata tre giorni ed ho quindi avuto modo di assaporarne l’atmosfera e lo stile di vita molto tranquillo…vale davvero la pena visitarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + 18 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.